Saperi e Sapori

“La cucina dal punto di vista della storia e la storia dal punto di vista della cucina“.
I cuochi che hanno fatto grande il nostro patrimonio gastronomico, cosa amavano mangiare i grandi personaggi risorgimentali e cosa potevano mangiare le persone più comuni. Una carrellata di piatti tipici della regione Piemonte, la loro storia, le ricette, le curiosità e di come sono arrivate ad essere così rappresentative della città di Torino.
Ovviamente non può mancare il mitico Cioccolato che ha trovato nella nostra città la patria ideale dove nascere ed imporsi a livello mondiale grazie alla sua lunga storia, alle aziende che lo hanno trasformato nel cibo degli dei e alla tradizione che ancora oggi si rinnova ogni anno grazie alla manifestazione Cioccolatò che ogni anno raccoglie migliaia di golosi e appassionati del Divin Cibo.

teobalbo pecchio vittorio amedeo grissini
Grissini o ghërsin? La leggenda o la storia?

Grissini o ghërsin? Palazzo Reale, 1675, dall’appartamento del giovanissimo Vittorio Amedeo II di Savoia esce il medico di corte Teobaldo Pecchio di Lanzo scuotendo la testa. Non sa più che fare i problemi di salute che affliggono il piccolo erede al trono.
Fin dalla nascita Vittorio Amedeo soffre di diversi disturbi febbri, asma, crisi respiratorie e problemi gastrici che lo hanno portato già diverse volte sull’orlo della morte.
I genitori hanno provato strade diverse rispetto alla medicina tradizionale, l’ostensione della SS Sindone, pellegrinaggi in vari santuari, ma nulla, nessun miglioramento.
Il medico ha provato tutti i rimedi di sua conoscenza, ma neppure lui ha ottenuto risultati; la situazione non accenna a migliorare e il piccolo corpicino è sempre più gracile.
Mah! Che fare…

Marron Glacé
Marron Glacé, Piemonte vs Lorena 0-0

Per i Torinesi, e per i piemontesi in generale, il Marron Glacé è un prodotto…

Le Òss ëd Mòrt (Ossa di Morto)
Ossa di Morto, Le Òss ëd Mòrt

Risale alla notte dei tempi l’usanza di preparare dei dolci particolari in occasione della commemorazione dei…

cioccolato
Cioccolato e Torino, due perfetti sconosciuti.

Una bevanda divina capace di dare forza e resistenza che permette all’uomo di camminare per un giorno intero senza cibo

Cioccolato
Cioccolato e Torino, un lungo fidanzamento.

Emanuele Filiberto di Savoia torna in patria dopo la pace di Chateau Cambrésis con se alcuni semi di cacao che saranno serviti sottoforma di bevanda calda

Cioccolato
Cioccolato e Torino, un lungo matrimonio.

Il torinese è il maggior centro italiano per la lavorazione del cioccolato e continua a sviluppare una tradizione secolare di qualità.

Cri Cri Una storia dolcissima
Cri? Cri! Una storia ….dolcissima!

Cristina è una ragazza che vive nella Torino di fine ottocento, lavora in una sartoria…

gianduiotto
Il GianduiotTO, il principe di Torino

Nel 1796, durante la prima campagna d’Italia di Napoleone Bonaparte, l’esercito del Re di Sardegna…

cioccolato fiat
FIAT Tipo 4 e il cremino di Aldo Majani

Aldo Majani cent’anni e non dimostrarli. Nel 1911 la Fiat era pronta a commercializzare il…

Cucina Dora Carpione
Il Carpione nella tradizione Piemontese

Prima del 1700,  la cucina piemontese e soprattutto quella della città di Torino era particolarmente caratterizzata…